Quaretta conclude premiando Marisa Corno e ricordando Vittorio Taglione

QUARNA SOPRA, Municipio - Ogni narrazione presenta prima di tutto delle sfide e degli obiettivi iniziali, in parte legati a scelte passate, prevede uno svolgimento, con l'evoluzione della situazione iniziale, e prima o poi deve trovare una conclusione; e ieri sera, giovedì 11 aprile, proprio un finale ha raccolto la popolazione che si è unita al consiglio comunale, in nome del riconoscimento e della riconoscenza.
   L'ultimo atto del decennio Carlo Quaretta è stato un momento più che mai dedicato alla comunità di Quarna Sopra, coerentemente con lo stile che ha contraddistinto questi anni di impegno amministrativo. Molte emozioni, di allegria e gioia, di nostalgia, riflessione e ricordo, di riconoscimento e riconoscenza. Due parole, queste ultime, ripetute non a caso, e dedicate la prima a Marisa Corno e la seconda a Vittorio Taglione.
   A sette anni di distanza, Quarna Sopra ha un'altra cittadina onoraria. Se nel 2012 furono premiati i venticinque anni di attività della farmacista Lina Mittino (conclusa lo scorso autunno), il sindaco Quaretta ha trovato l'appoggio del consiglio comunale nella proposta di assegnare il riconoscimento anche a Marisa Corno. Il primo cittadino ha dapprima voluto sottolineare come sia importante dar merito a chi ha scommesso su una piccola realtà come quella quarnese, e addirittura investito, in quanto il negozio, che qualche tempo fa era stato messo in vendita e rischiava di chiudere, è stato acquistato proprio dalla stessa Marisa, per poter continuare la sua importante attività. «Per essere da trent'anni nella nostra comunità con la bottega di parrucchiera, lavoro svolto con passione e grande attenzione per tutti e in particolare per i nostri anziani» si legge sulla targa ufficiale consegnata.
   «Nessuno muore finché vive nel cuore di chi resta» è invece la frase che è stata scelta per ricordare Vittorio Taglione, scomparso nel maggio del 2016, consigliere e assessore comunale impegnato continuativamente dal 1999 al 2016. La massima accompagna un quadro realizzato dall'artista omegnese Giorgio Talgio, raffigurante proprio Vittorio, molto vicino al sindaco Quaretta, visibilmente emozionato nel momento del ricordo. L'opera è stata appesa nell'aula consigliare, che ieri sera è stata intitolata proprio a lui, lasciando ai posteri e al futuro sindaco un'eredità non solo amministrativa ma anche di persone e di riconoscenza. Anche Augusto Quaretta ha tenuto a ricordarlo, ed è intervenuto con la lettera che aveva scritto per l'Aria d' Burghitt proprio per l'amico appena scomparso, descrivendolo come un vero amico, una persona semplice e disponibile. Inoltre, Vittorio è stato negli anni molto attivo anche nella Pro Quarna Sopra, e a rendergli onore è stata anche una rappresentanza dell'Associazione turistica. Intergenerazionale come pochi altri, è riuscito con il suo entusiasmo ad andare a genio a persone di età diverse, di generazioni differenti, creando dei ponti che, però, le persone come Vittorio si sono portate via, e la mancanza, oggi, della loro testimonianza, può contribuire alla pericolosa perdita di entusiasmo, pericolosa perché "Entusiasmo decaduto, paese perduto".

con Riccardo Bianchi e Luisa Paonessa

Commenti

HurtigherBlog

Dal 2013, HurtigherBlog presenta all'immensa rete le attività della piccola realtà quarnese, ricco di iniziative che nascono dal lavoro in team tra Comuni, Pro Loco, Parrocchia e le numerose associazioni.
Nel 2021, HurtigherBlog ha aderito a Hurtigher Network, la prima rete di servizi d'informazione interamente quarnese, ricorrendo a contenuti testuali, fotografici, videografici e informatici.
Esplora tutto il Network: www.hurtigher.net.
Rimani sempre aggiornato con le notizie quarnesi a portata di mano grazie a HurtigherNews, disponibile tramite Facebook e Instagram.